…E’ VITALE comprendere che il meltdown è il sintomo di qualcosa che non va e non un comportamento da “normalizzare”…

AUTORE

Claudio Diaz

CATEGORIA

FASD

POSTATO IL

14 Dicembre 2020

SOCIAL

Claudio Diaz

Anatomia del MELTDOWN

Immagine tradotta da: Movement Matters

 
Il Meltdown (manifestazione emotiva violenta, improvvisa e pressoché incontrollabile) è una frequente manifestazione in persone con neurodiversità (FASD, Autismo, ADHD, ecc.) che avviene come risultato di un sovraccarico di informazioni e/o emozioni che mandano in tilt il cervello. A questo punto l'”ingorgo” di informazioni/emozioni che avviene a livello cerebrale si traduce in esplosioni di rabbia, aggressività, fuga, agitazione, autolesionismo o altri comportamenti funzionali alla persona per “espellere” la sensazione d’impotenza, confusione, caos che sta provando.
E’ VITALE comprendere che il meltdown è il sintomo di qualcosa che non va e non un comportamento da “normalizzare”. Dunque attraverso l’osservazione e l’educazione delle persone con neurodiversità si deve imparare a riconoscere i segnali premonitori del meltdown al fine di attivare ogni strategia (e auto-strategia) per interrompere, ove possibile, il flusso di (troppe) informazioni prima che si traduca in un “ingorgo”.

 
+ CONOSCI + PROTEGGI + VIVI

 

Iscriviti & Riceverai info aggiornate

Tieniti aggiornato sulla D.E.F.A.D. e su tutte le attività dell’associazione

Saremo molto accorti nell’utilizzo della tua email. Non la daremo mai a nessun’altro.